Cosa è il karate - la specialità del karate

Il karate è un’antica arte marziale, tra le più conosciute al mondo, oggi praticato soprattutto a livello sportivo, sia agonistico che amatoriale, dai 6 anni di età fino ai 70 ed oltre. Il karate moderno è uno sport completo, che sviluppa sia il fisico, che la mente del praticante, per questa ragione è consigliato allo stesso modo per bambini, adolescenti ed adulti, sia maschi, che femmine. 
La pratica costante del karate esalta in particolare l’attenzione, la volontà, la tenacia, lo spirito di sacrificio e la fiducia in sé stessi, contribuendo inoltre a sviluppare la lealtà, il coraggio, il senso di disciplina e la socievolezza. Insegna il rispetto per gli altri e per il mondo che ci circonda, sviluppando grande autocontrollo ed equilibrio psicofisico. 
Nonostante la presenza di un vasto bagaglio tecnico, costituito da pugni, calci, percosse e parate, il karate è alla portata di tutti, grazie ad una didattica semplice, che consente sin dalle prime lezioni di eseguire colpi efficaci e di facile apprendimento.
Il karate presenta due distinte specialità, che sono rappresentate dal KUMITE (combattimento) e dal KATA (forma).
Il KUMITE è il combattimento vero e proprio tra due atleti, che cercano di esprimere la loro abilità nell’esecuzione di pugni e calci, mantenendo però un costante controllo dei colpi, in modo da non creare danno all’avversario. Nel karate non esiste il KO, l’obiettivo è invece quello di riuscire portare il proprio attacco a pochi centimetri dal corpo dell’avversario o del compagno di allenamento, con la massima velocità e precisione.
Per i più piccoli viene insegnato come un gioco, senza l'aspetto agonistico, che invece può interessare i più grandi. In ogni caso le regole fondamentali nel kumite sono: 
- controllo dei colpi
- massimo rispetto dell'avversario
Il KATA è invece un combattimento contro un avversario immaginario, vengono eseguite una serie di tecniche, secondo uno schema prefissato, durante il quale l’atleta deve esprimere:
tecnica, coordinazione, equilibrio, forza, velocità ed espressività
BREVE STORIA DEL KARATE
Il karate nasce a Okinawa, un’isola nel Sud del Giappone, intorno al XV secolo. In quel periodo sull’isola era vietato, per chiunque non fosse un nobile, l’uso delle armi. Gli abitanti allora perfezionarono tecniche di combattimento senza armi, a mani nude, da qui deriva il termine “karate”, che letteralmente significa “mano vuota”.
Il karate moderno si sviluppa nel XX secolo, grazie all’opera del  maestro FUNAKOSHI, che portò all’attenzione di tutti questa antica arte marziale, che in precedenza si tramandava solo da maestro ad allievo. Le sue prime esibizioni si svolsero a KIOTO, l’antica capitale del Giappone, ed ebbero un successo così grande da far sì che il karate venisse di lì a poco insegnato nelle università giapponesi. Ben presto il karate superò i confini del Giappone per giungere in Europa ed in America e poi nel mondo intero, il suo sviluppo e la sua diffusione continuano anche nei giorni nostri.
Per la prima volta il karate ha fatto la sua apparizione anche alle recenti Olimpiadi di Tokio (2021), dove gli atleti italiani hanno dimostrato la validità della scuola del nostro Paese, vincendo una medaglia d’oro nel kumite maschile ed un bronzo nel kata femminile.
ABBIGLIAMENTO E PROTEZIONI
Il karate si pratica indossando un kimono leggero (karate-gi) di colore bianco con una cintura alla vita. Il colore della cintura rappresenta il livello di conoscenza e di esperienza dell’atleta in questa arte marziale. I principianti iniziano portando la cintura bianca, che poi nel corso degli anni può diventare gialla, arancio, verde, blù, marrone ed infine nera. Per i più esperti anche la cintura nera può essere di vario livello, anche se non cambia colore, con la qualifica di 1°-2°-3°-4°-5° DAN.
Pochi ed importanti maestri nel mondo hanno l’onore di indossare la cintura bianco-rossa, che si porta dal 6° al 9° DAN, infine per pochissimi il traguardo più alto in assoluto è la cintura ROSSA, ovvero il 10° DAN.
Per la specialità del kumite (combattimento), a livello agonistico, sono necessarie diverse protezioni, per evitare che contatti accidentali e fortuiti possano causare infortuni agli atleti:
- guantini alle mani
- paratibie e parapiedi
- paradenti
- conchiglia (per i maschi)
- corpetto
- caschetto (per i più piccoli)
I NOSTRI CORSI
I corsi di karate organizzati dalla POLISPORTIVA CAPRIOLESE si svolgono presso il Palazzetto dello Sport di Capriolo, in via Fossadelli, con i seguenti orari:
LUNEDI  18,00-19,00 BAMBINI e RAGAZZI
19,00-20,15 ADULTI
GIOVEDI 18,00-19,00 BAMBINI e RAGAZZI
19,00-20,15 ADULTI
GLI ISTRUTTORI
Gli istruttori del corso di karate sono Giacomo Vezzoli, cintura nera 5° Dan e Sergio Ravelli, cintura nera 5° Dan. Entrambi vantano un passato agonistico, che ha permesso loro di vincere numerose gare a livello nazionale nella specialità del kumite. Da oltre 20 anni offrono la loro esperienza a favore di tutti coloro che vogliono apprendere le tecniche, ma soprattutto lo spirito del KARATE-DO (La via della mano vuota).

Contattaci

informazioni

Sentiti libero di contattarci con questo form Indicaci l'attività alla quale sei interessato e ti risponderemo appena possibile.

Contatta laPolisportiva Capriolese

Invia un Messaggio